DOPO GREEN HILL ANIMALISTI CONTRO HARLAN: “VIVISEZIONE SUI MACACHI”

Pubblichiamo questo articolo uscito martedì 24 luglio su leggo.it

UDINE – Dopo Green Hill, gli animalisti italiani sferrano l’attacco contro un altro fornitore di modelli e servizi di ricerca, la Harlan Laboratories Inc. “Modelli di ricerca” è il termine tecnico-burocratico per definire gli animali allevati per essere destinati alla vivisezione e alla sperimentazione farmaceutica e cosmetica, come i Beagles di Green Hill. «Nelle varie sedi Harlan nel mondo si alleva un po’ di tutto, roditori, criceti, porcellini d’India, cani, gatti, maiali, macachi e babbuini, gorilla, scimpanzé e oranghi», spiegano i volontari del No Harlan Group di Udine. «Negli ultimi anni, però si stanno orientando preferibilmente sui servizi di ricerca, eufemismo che indica la vivisezione operata direttamente nelle loro sedi per conto terzi, più redditizia». A volte, i risultati delle ricerche vengono poi commissionati anche da aziende che si dichiarano “cruelty free” perché non effettuano test sul prodotto, ma inrealtà traggono in inganno l’acquirente poiché il prodotto viene ottenuto con materie prime sperimentate altrove. «La Harlan è nata a Indianapolis, ma sta aprendo sedi in tutto il mondo, in Italia ce ne sono tre, che forniscono roditori».

MACACHI DESTINATI AI LABORATORI Ma i 104 macachi che lo scorso febbraio erano giunti in volo dalla Cina, e di cui si è interessata anche la stampa, erano destinati proprio a uno dei tre laboratori, quello di Correzzana, in Brianza. In seguito alle proteste di associazioni animaliste, cittadini ed esponenti politici, la Harlan aveva dichiarato che nel laboratorio di Correzzana non sarebbero più arrivate scimmie da destinare ai laboratori, e che i 104 esemplari non sarebbero stati consegnati all’azienda farmaceutica che li voleva utilizzare in esperimenti “scientifici”.
Terminato il periodo di quarantena, però, delle 104 bestiole non s’è saputo più nulla. «Con Green Hill la gente ha creato un precedente. Ora vogliamo la chiusura delle sedi Harlan in Italia e scoprire che fine hanno fatto i 104 macachi. Abbiamo organizzato una grande manifestazione a Udine, visto che una delle sedi tre si trova proprio a San Pietro al Natisone, nella provincia. Si terrà il 29 settembre, e stiamo raccogliendo adesioni su Facebook. Speriamo di essere in tanti».

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: