Il movimento anti vivisezione e le recenti conquiste legislative

arlamento-Europeo_vivisezione-umana_sperimentazione-umana


Negli ultimi anni nell’opinione pubblica si è accresciuto sempre più un sentimento di rispetto ed empatia per gli animali non umani, intesi come esseri viventi senzienti, che provano dolore, gioia, paura, affetto, disperazione, solitudine. Questo diffuso sentire ha un sostegno culturale nella posizione antispecista, teorizzata da autorevoli esponenti nell’ambito etico – filosofico.

Dal 28 settembre 2012, giornata in cui 2000 persone provenienti da tutta Italia hanno manifestato a Udine, in modo pacifico e civile, contro la Harlan Laboratories, simbolo della pratica crudele e immorale della vivisezione, sono stati fatti passi avanti nel processo di eliminazione graduale di un metodo di ricerca ottocentesco e inefficace.

Più di un milione di firme (già validate) di cittadini europei hanno sostenuto l’iniziativa popolare europea STOP VIVISECTION volta a riportare in discussione in Parlamento la Direttiva 2010/63/UE. A ottobre 2014 ci sarà la risposta ufficiale della Commissione Europea che spiegherà come intende intervenire per venire incontro alle richieste di oltre un milione di cittadini.

Il 29 marzo 2014 è entrato in vigore il nuovo Decreto legislativo, sul rispetto dell’art .13 della Legge delega n.96/2013, che vincola il ricorso al modello animale, implementando i metodi sostitutivi ad esso.

In Italia non sarà più possibile per legge: allevare cani, gatti e primati , effettuare esperimenti su scimmie antropomorfe ed esercitazioni su animali per la didattica, riutilizzare animali in esperimenti con livello di dolore grave (dal 2017), sperimentare su cani e gatti randagi e su animali resi afoni, effettuare esperimenti per produzione di materiale bellico.

La liberazione di circa 3000 cani Beagle a Green Hill (Brescia), il blocco delle importazioni di macachi da parte della Harlan, il presidio lunghissimo contro la Aptuit/Glaxo (Verona), la creazione di rifugi specializzati nella riabilitazione di animali da laboratorio rendono l’Italia uno dei paesi – guida nella battaglia di civiltà per l’ abolizione della vivisezione.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: