Conferenza: SPERIMENTAZIONE ANIMALE E METODI SOTITUTIVI. LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA BIOMEDICA

VENERDI’ 12 DICEMBRE 2014 alle ore 17 si svolgerà a Udine (Palazzo del Comune,   secondo piano, accesso da Piazzetta del Lionello) una conferenza pubblica sul tema “Sperimentazione animale e metodi sostitutivi. Le nuove frontiere della ricerca biomedica”
Il relatore sarà MASSIMO TETTAMANTI, chimico ambientale, criminologo forense, coordinatore di “I CARE EUROPE ONLUS” (Centro Internazionale per le Alternative nella Ricerca e nella Didattica).
Il Sindaco di Udine prof. Furio Honsell aprirà l’incontro con un breve intervento.
Al tavolo informativo saranno presenti i volontari di I CARE e del No Harlan Group di Udine  per la raccolta firme ITALIA SENZA VIVISEZIONE.
Con questa importante iniziativa si intende aprire un confronto pubblico, coinvolgendo particolarmente ricercatori ed esponenti del mondo scientifico sul tema della sperimentazione animale, al centro di intenso dibattito dal punto di vista etico, scientifico, legislativo e mediatico.
Riteniamo fondamentale offrire alla cittadinanza la possibilità di assistere e partecipare ad una  conferenza pubblica dove possa emergere la pluralità delle posizioni scientifiche.
Per questo motivo è stato rivolto un invito formale al Comitato organizzatore di Telethon, auspicando una presenza attiva di un esponente del mondo della ricerca scientifica della suddetta organizzazione per un confronto sereno e  bilanciato.
Al momento l’invito non è stato accolto.

Recentemente il dott. Thomas Hartung , ex direttore ECVAM ; European Center for Validation of Alternative Methds, ha definito “cattiva scienza” la sperimentazione animale, invocando la necessità di adottare metodi sostitutivi di ricerca.
Ormai le moderne tecnologie di ricerca prevedono l’uso di metodiche avanzate quali: . organs on a chip”, chip microfluidici che simulano l’attività fisiologica di interi organi e sistemi; bioreattori multicomportamentali modulari, sistemi di colture cellulari in 3D a più camere interconnesse che permettono di riprodurre la complessità dell’organismo in vivo; co-colture integrate discrete multiorgano, sistemi in vitro in grado di valutare gli effetti biologici delle sostanze con interazioni tra più tipi di cellule e quindi permettono di studiare la tossicità dipendente dal metabolismo, metodologie in vitro e in silico in 3D su tessuti umani, utilizzate in maniera integrata tra loro e molto altro (per approfondimenti .: http://alternativesperimentazioneanimale.wordpress.com).

Per ulteriori informazioni : http://www.icare-italia.org

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: