Monthly Archives: January 2015

SPERIMENTAZIONE ANIMALE E METODI SOSTITUTIVI – Prof. M. Tettamanti – 12.12.2014

Advertisements

Manifestazione contro la vivisezione 24 gennaio 2015

Il No Harlan Group parteciperà con una delegazione al corteo previsto a Busto Arsizio il 24 gennaio 2015.

Riportiamo qua sotto le motiviazioni che hanno spinto Animalisti Onlus a indire tale manifestazione,

No Harlan Group Udine si sta impegnando a raccogliere le adesioni per il viaggio in pullman (con partenza indicativa da Udine); per aderire vi preghiamo di contattarci al più presto tramite e-mail, ai seguenti numeri telefonici 393401632527 (Cristina), 3392128475 (Barbara)  oppure alla pagina facebook dell’evento

 

10869888_802868509783166_3427484450306420576_oMANIFESTAZIONE CONTRO LA VIVISEZIONE – 24 gennaio 2015

Anche a Busto Arsizio è in corso il tentativo di creare un nuovo stabulario di vivisezione per l’Università dell’Insubria utilizzando soldi pubblici.

Ecco 5 importanti motivi per essere a Busto Arsizio il 24 gennaio 2015.
https://it-it.facebook.com/events/302609443241065/

– Perché non ci sono cani e scimmie, ma topi, e dobbiamo dimostrare che, per noi, ogni essere vivente, anche se non va sui telegiornali, merita la vita e la libertà.
– Perché il Sindaco di Busto Arsizio ci ha gentilmente fornito la documentazione degli esperimenti e, per una volta, potremo raccontarvi tutto.
– Perché, nonostante l’annunciato passo indietro del Governo, è un ottimo modo di passare la giornata nazionale di protesta contro l’idea di non punire i reati contro gli animali.
– Perché sono gli stessi vivisettori dell’Università dell’Insubria che in ambiti pubblici e politici negano l’esistenza di alternative mentre in ambiti scientifici, dove non possono negarla, affermano di conoscerle.
– Perché l’Università dell’Insubria collabora con la stessa ditta che, durante la seconda guerra mondiale, schiavizzava prigionieri dei campi di sterminio di Mauthausen per produrre il gas utilizzato nei campi di sterminio.
Per favore partecipate numerosi.
Grazie

SPERIMENTAZIONE ANIMALE E METODI SOTITUTIVI. LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA BIOMEDICA

IMG_3166VENERDI’ 12 DICEMBRE 2014 alle ore 17, durante le giornate della raccolta fondi di Telethon, si è svolta a Udine nel Palazzo del Comune una conferenza pubblica sul tema “Sperimentazione animale e metodi sostitutivi. Le nuove frontiere della ricerca biomedica”
Il relatore dott. MASSIMO TETTAMANTI, chimico ambientale, criminologo forense, coordinatore di “I CARE EUROPE ONLUS” (Centro Internazionale per le Alternative nella Ricerca e nella Didattica) ha svolto una relazione chiara ed efficace riguardante la necessità di una ricerca innovativa avanzata , non basata sulla sperimentazione animale
Recentemente il dott. Thomas Hartung , ex direttore ECVAM ; European Center for Validation of Alternative Methds, ha definito “cattiva scienza” la sperimentazione animale, invocando la necessità di adottare metodi sostitutivi di ricerca. Continue reading

INIZIATIVA I CARE EUROPE

IMPORTANTE INIZIATIVA SCIENTIFICA NEL SETTORE DELLA RICERCA BIOMEDICA :QUATTRO ASSEGNI DI RICERCA DESTINATI ALLA RICONVERSIONE DALLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE A METODOLOGIE SPECIE ­SPECIFICHE PER
L’ESSERE UMANO

I CARE EUROPE onlus, Centro Internazionale per le Alternative nella Ricerca e nella Didattica, base portante del progetto ITALIA SENZA VIVISEZIONE, attraverso la raccolta fondi, iniziata nel Novembre 2013, ha raggiunto già un importantissimo obiettivo: un bando di concorso (per titoli e colloquio) che prevede quattro assegni di ricerca destinati a singoli ricercatori o gruppi di ricerca, operanti in strutture italiane, autorizzati a svolgere ricerca bio ­medica, che attualmente utilizzano metodologie le quali indirettamente o direttamente fanno uso di animali. Continue reading